Contro la candida affidati ai rimedi naturali

di mediblog 16 luglio 2008

Per molti le cure naturali costituiscono l’unico vero rimedio alle infezioni da candida. A volte, infatti, le cure mediche convenzionali, costituite da terapie locali con ovuli antifungini e discount price on viagra pomate e da farmaci antimicotici per via orale, non sono sufficienti a debellarla e questa si ripresenta, diventando recidivante. Si può allora ricorrere a terapie omeopatiche con l’assunzione di preparati omeopatici specifici (previo consulto di un omeopata o di un medico) o affidarsi a rimedi naturali o fitoterapici.

In natura esistono diverse piante che aiutano la funzionalità dell’intestino, dove cresce e prolifera la candida prima di trasferirsi nelle altre parti del corpo, come l’anice, il cumino, il finocchio o il Pau d’Arco. Si possono usare anche sostanze omeopatiche per uso topico a base di calendula o propoli o hidrastis canadensi che sono in grado di inibire il fungo. Per l’igiene intima è consigliato il lavaggio con bicarbonato di sodio che aiuta a online pharmacy viagra cialis levitra manufactures ristabilire il giusto PH delle mucose vaginali ed alleviare la sensazione di prurito. Di seguito un elenco delle principali piante utili per combattere la candida albicans.

PAU D’ARCO
Il Pau d’Arco è un albero proveniente dalla foresta amazzonica e da altre aree tropicali del Sud America caratterizzato da proprietà antimicrobiche utili contro batteri, funghi e lieviti. Oltre alla candida il Pau d’Arco viene utilizzato anche per combattere Aspergillus, Staphylococcus, Streptococcus, Helicobacter pylori, Brucella, tubercolosi, polmonite e dissenteria. Il Pau d’Arco ha anche proprietà antivirali e antiparassitarie.

SEMI DI POMPELMO
I semi di pompelmo sono noti per essere un antibiotico naturale e degli efficaci stimolanti delle difese immunitarie. L’estratto di semi di pompelmo (GSE) è un antimicotico, generic viagra illegal antisettico, disinfettante, battericida e fungicida e quindi attivo contro Candida Albicans e altre micosi, infezioni delle vie respiratorie (laringiti, tracheiti, tonsilliti, bronchiti), disturbi e malattie da raffreddamento, disturbi e malattie dell’apparato digerente (ulcera gastrica e duodenale), infezioni delle mucose e della pelle e parassitosi. E’ stato verificato che l’estratto di semi di pompelmo non danneggia la flora batterica intestinale ed è efficace contro 800 tipi di batteri e 100 varietà di funghi. In genere i trattamenti anticandida si devono protrarre per 2-3 mesi per avere risultati stabili.

TEA TREE OIL
Il Tea Tree Oil è un olio essenziale che si estrae dalla Melaleuca Alternifolia (fam. Myrtaceae, come l’eucalipto) ed è originario dell’Australia. L’olio essenziale di Tea Tree Oil è costituito prevalentemente da a-terpineolo ed è utilizzato come disinfettante, antimicrobico in cosmetici, dentifrici, e preparazioni farmaceutiche, antifungino (Stafilococcus aureus, Escherichia coli, Proteus spp., Pseudomonas aeruginosa, Candida Albicans) ed ha proprietà antisettiche. E’ usato per il trattamento di infezioni vaginali, buy viagra in amsterdam punture di insetti, scottature, irritazioni cutanee, ulcere del cavo orale, gengiviti ed herpes.

AGLIO
L’aglio è un antibiotico naturale e ha numerose virtù terapeutiche: proprietà antifungine, proprietà antibatteriche ed antisettiche. Quello secco sveglia l’appetito, riattiva i villi intestinali ed è un ottimo antiparassitario. In commercio esistono delle capsule adatte a questo scopo, consigliate a chi non sopporta il gusto o l’odore tipici dell’aglio.

TIMO E ORIGANO
Sono tra gli oli essenziali con il più ampio spettro d’azione: azione antibatterica, antimicotica, antivirale, antiparassitaria. Danno ottimi risultati anche nelle vaginiti micotiche.

Per contrastare la candida è importante anche assumere fermenti lattici (Lactobacillus acidophilus, pfizer viagra discount Bifidumbacterium bifidum, Bifidumbacterium longum, Bifidumbacterium infantis, Lactobacillus sporogenes) regolarmente, o per via orale o per via vaginale, sotto forma di ovuli. Alcuni medici consigliano di mangiare uno yogurt bianco al giorno, magro o intero, ma senza l’aggiunta di zuccheri o conservanti. Gli yogurt alla frutta sono da evitare assolutamente.

Per informazioni generali sulla candida:

Candida, sintomi e cure convenzionali

Per una dieta anticandida:

Consigli alimentari per combattere la candida

Teorie alternative:

Stop alla candida con la bioelettronica di Vincent

39 risposte a “Contro la candida affidati ai rimedi naturali”

  1. Katia scrive:

    Ciao a tutte ragazze, soffro anche io come voi di candida, io faccio il bagno in acqua tiepida, sale da cucina e aceto rosso. Sto immersa per 15-20 minuti e tutto passa, come prevenzione faccio 1 o 2 bagni alla settimana, sempre con aceto rosso e sale, dopo il bagno una bella doccia e una buona ctema idratante per il corpo. Funziona. Mi poacerebbe provare con la cendeggina da tanto vorrei risolvere per sempre il problema.

  2. michela scrive:

    non ci sono risposte serie di professionisti e non privati ? Grazie

  3. Gaia scrive:

    tu sei completamente fulminato. La candeggina sulle arti intime???
    ecco quando si dice malinformazione.

    Omeopatia, mangiare bene senza diventare fissati e serenità. Senza l’ultima, tutto il reso è inutile. Soffro di candida da una vita…credetemi.

    E per le donne, verificate prima di non soffrire di vuvlvodinia….
    baci a tutte

  4. Daniele scrive:

    Ecco qui di seguito un metodo per debellare definitivamente la candida.

    •Provvedete a comperare una bacinella di plastica. Lo scopo della bacinella nuova sta nel fatto che è un contenitore mai usato da nessuno e tanto meno dal soggetto che deve debellare la candida.

    •Non usate per l’operazione il bidet, specialmente se è un modello vecchio, cioè quei modelli che hanno il bordo risvoltato. Sotto si annidano per anni batteri, virus, muffe e germi, tra cui la candida. Se il bidet è usato da più di un’unità femminile, la malattia si trasmette.

    •Riempite la bacinella di acqua tiepida, NON CALDA.

    •Diluite nell’acqua una parte di CANDEGGINA.

    •Usate una candeggina di buona qualità ( ACE classica ) che NON sia profumata.

    •La quantità della candeggina deve essere studiata con attenzione. Poche gocce sono insufficienti. Dovete vedere la grandezza della bacinella e la quantità dell’acqua. Non superate le due dita di quantità, in un bicchiere.

    •Non fate questa disinfezione se ci sono delle abrasioni, perché la ferita brucerebbe moltissimo. Le donne con pelle magra e secche devono fare molta attenzione e diminuire la dose.

    •NON USATE PEZZUOLE O SPUGNE, ma fate tutto a mano nuda.

    •Lavatevi la parte intima con la soluzione, facendo un semicupio, che deve durare non meno di quattro, cinque minuti.

    •Non dovrebbero presentarsi reazioni allergiche, in tal caso interrompete e lavatevi con molta acqua corrente.

    •Se durante il lavaggio sentite bruciore, vuol dire che la candeggina sta debellando la candida; il bruciore scompare dopo un minuto.

    •Dopo il semicupio buttate via l’acqua con la candeggina e riempite la bacinella di acqua tiepida nella quale scioglierete del bicarbonato. Questo secondo lavaggio è per neutralizzare la candeggina che si trova sulla pelle, con una netta reazione tra acido e basico.

    •Anche questo secondo lavaggio SENZA L’AUSILIO DI SPUGNE O PANNI.

    •Asciugatevi bene con una salvietta NUOVA, comprata allo scopo.

    •Indossate uno slip NUOVO, comprato allo scopo.

    •E’ opportuno disfarsi di tutte le spugne che avete usato fino ad ora, buttatele via, è meglio non usatele mai più, neppure se nuove, perché le spugne e le pezzuole che vengono usate per lavarsi sono un mezzo di contagio. Nelle spugne ristagnano per anni i batteri. Fate un lavaggio di tutte le salviette che avete in casa, insieme agli slip e tutti gli indumenti intimi. Usate per questo bucato il programma della candeggina, versando quindi nel cestello della lavatrice una quantità di candeggina atta a debellare i germi della candida. Seguite le istruzioni riportate sulla confezione della candeggina, al fine di fare un bucato disinfettante veramente efficace.

    •La candeggina è un potente disinfettante, uno dei più completi esistenti, perché distrugge TUTTI I BATTERI, LE MUFFE E I GERMI ESISTENTI. Alcune donne si sono sentite mondate dalla candida dopo aver fatto il bagno nella piscina comunale, le cui acque sono trattate con la candeggina.

    •Quest’unica procedura dovrebbe essere sufficiente a guarire dalla candida.

    •Per un’assoluta certezza ripetete tutta l’operazione dopo due o tre giorni.

    •Sarebbe opportuno che anche il vostro partner maschile esegua un lavaggio ai genitali, lavando in modo particolare il prepuzio.

    •Per finire fate un’attenta pulizia di tutti i sanitari in bagno, il bidet, il lavabo, la vasca (mai sedersi direttamente sul piano della vasca), la piastra della doccia, l’assicella del W.C. Passate su ognuno una spugna, che poi butterete, imbevuta di candeggina. Lasciate agire la candeggina qualche minuto e poi risciacquate. Versate direttamente dalla bottiglia un poco di candeggina in tutti i sifoni o colli d’oca, quello della vasca, della doccia, del lavandino, del bidet e nell’acqua del W.C. Lasciate agire mezz’ora e poi fate scorrere l’acqua.

    •Sostituite anche la spugnetta dei piatti in cucina e buttate via, se l’avete, il tappetino antisdrucciolo sul piano della doccia o della vasca.

    .

    • stefi scrive:

      Grazie per i consigli, si in effetti bisogna disinfettare tutte le salviettine utilizzate, anche gli slip, ecc…
      Ma la candeggina sulle parti intime, qui bisogna stare molto attenti alle dosi..

  5. Daniele scrive:

    Ma quante balle!
    Non fate altro che ingrassare gli erboristi e i farmacisti, quei ladri !
    SONO SUFFICIENTI POCHE GOCCE DI CANDEGGINA ACE SCIOLTE NELL’ACQUA DEL BIDET , FATEVI IL LAVAGGIO, E LA CANDIDA VI PASSERA’ PER SEMPRE.

    ( Con la candeggina disinfettate anche gli indumenti in lavatrice e poi passate una spugna imbevuta di candeggina su tutti i sanitari, vasca, bidet, W.C. e lavandino ).

    .

  6. Nicole scrive:

    ciao a Tutti!slip in fibroina SUPER!o solo di cotone,e ragazze STIRATE!il calore elimina il batteri!evitare reinfettarsi IMPORTANTE!+di notte via le mutandine!+lavarsi con bicarbonato OK!se grave,(basta POCHISSIMO)3-5ml diluito in acqua nel bidet(ipoclorito di sodio)=candeggina!=vedi bene ettichetta polveri x lavaggi vaginali uso ginecologico e =!+gran quantita di LACTOBACILLUS x min.2 mesi(ogni mattina!e + YOGURT SOLO BIANCO!(senza zucchero,senza FRUTTA)+NO BRIOS o vari..NO BANANE!+occhio al PARTNER!E SIETE SERENI!TANTI TANTI AUGURI!Vi sono vicina…

  7. Eleonore scrive:

    finalemente posso dire che SOFFRIVO di candida… fortunatamente dopo anni di cure palliative che mi aiutano a risolvere il problema per un po’ e dopo mi facevano ripiombare nel fastidio … prurito, bruciori, perdite ho trovato la mia soluzione. Su consiglio di una mia amica ostetrica ho scelto di provare ad abbinare alla classica dieta anticandida l’utilizzo di slip in fibroina di seta dermasilk creati apposta per per i sintomi della candida. Ho potuto così rinunciare ai tristissimi slip in cotone bianchi e sorpresa delle sorprese ho trovato la soluzione proprio in un paio di slip. Adesso sono quasi 8 mesi che non ho più nessun sintomo, finalemnte ho abbandonato creme, cremine e ovuli e posso dire di essere ritornata alla normalità. gli slip in fibroina di seta li utilizzo sempre, anche perchè non sopporto più le fibre sintetiche che mi fanno sudare solo a guardarle.

    • Gabriella scrive:

      Anch’io soffro di candida da sempre. Pensavo di averla sconfitta con il sapone di Marsiglia al posto del comune sapone intimo, ma non è stato così. Dove trovo gli slip in fibroina?

  8. tina scrive:

    soffro di candida ma credo che lo stres sia una delle cause

  9. Sara scrive:

    ciao, ho 30 anni e soffro di candida da sempre….

    di solito mi viene quando stanno per finire le mestruazione visto che gli assorbenti esterni mi provocano una forte irritazione e quelli interni non riesco ad usarli, normalmente però è un’infiammazione lieve che va via lavandomi con un sapone specifico (pevaril) esternamente e con il bicarbonato anche internamente.

    circa un mese fa ho subito una piccola operazione ad una mano e quindi ho dovuto fare per una settimana una cura con l’antibiotico Augmentin, dopo circa 2 giorni che ho iniziato a prendere questo farmaco ho notato la presenza della candida nelle mucose della vagina e della bocca nonchè delle secrezioni biancastre nelle feci.

    la ginecologa che ho consultato mi ha prescritto la seguente cura:una sola somministrazione di diflucan compresse (anche per il mio ragazzo), 5-6 applicazioni di meclon crema vaginale, dopo circa 15 giorni diflucan compresse (anche per il mio ragazzo)per 2 giorni a giorni alterni, lorenil 600 ovulo vaginale 1 sola volta, ecorex lavande da usare per5 volte ogni 3 mattine e in fine una compressa di diflucan ogni inizio mestruazione per 4 mesi.

    per quanto riguarda le zone intime la cura ha funzionato, non si può dire lo stesso per la bocca, infatti nonstante stia usando il Mycostatin soluzione orale (che oltre tutto ha un sapore terrificante e mi provoca conati di vomito)preceduto da bicarbonato, la situazione non solo non è migliorata anzi ad occhio sembra che l’infezione si sia estesa: ho tutta la lingua bianca e sembra che ci siano sopra dei peli.

    ora ho consultato anche un omeopata che mi ha prescritto: Sulfur 200ch 1 sola volta 5 granuli, Sepia 5ch 3-4 granuli per 3 volte al giorno per 10 giorni, e Tea-Tree-oil 2-3 gocce 3 volte al giorno tutto ciò lontano da cibo, fumo, bevande, dentifricio e colluttorio.

    il tea tree oil ha un pessimo sapore e anche un odore molto forte ma pare sia molto efficace anche sulla candida che si annida fra le pieghe della pelle.

    questo è tutto speriamo che funzioni… io inizio oggi la cura omeopatica.

  10. laura scrive:

    per mia personale esperienza ho visto ke le cure naturali per la candida nn servono a nulla…inizialmente spariscono i sintomi prurito arrosamento e bruciore ma dopo poco ricompaiono…Mi sono affidata invece alla ginecologa e l ho curata con i rimedi normali (lavande a creme)e ho risolto il problema.Importante è durante la cura l igiene cm ad esempio cambiare ogni volta dopo il bidet l asciugamano per evitare che riasciugandoci possiamo reinfttarci e mandare la cura a monte.Inoltre mi è stato molto utile dopo la cura il tapone vaginale che ha evidenziato un germe che alterandosi periodicamente mi provocava la candida cm sintomo.

  11. antonella scrive:

    ciao a tutti son anto ho ventisei anni e la prima volta che ho avuto la candida e stata a diciotto anni per poi scomparire fino a quando ne avevo ventitre ed ero incinta delle mie due gemelle da allora e una continua noia tutti i santi mesi non riesco a sconfigg in nessun modo e sta diventando frustante anche nei confron di mio marito non riesco ad avere rapporti perche all interno ho prurito e bruciore e all esterno ho la pelle secchissima e diconseguenza provo un fastidio terribile aiutatemi amiche in qualche maniera non la sopporto piu UFFA

    • patrizia scrive:

      Ciao antonella io soffro di candida da sette anni ora riesco a gestirla prendendo ogni giorno fermenti lattici Codex o della gse acidophilus o boulardi Tre opercoli di aglio al giorno e con moderazione dei lavaggi con il bicarbonato in una tazza grande d acqua un cucchiaino di bicarbonato . Elimina tutti gli zuccheri , usa fruttosio ma poco non bere caffe mangia pasta di kammut non fare soffritti quando fai verdure cotte ma bensì metti olio in crudo. niente latticini. ne formaggi solo frutta fresca verdura uova pollo pesce farro mais ,no melanzane no patate,no pane no lieviti pizza no brioches no dolci . Cornflex di farro senza zucchero .Auguri

  12. Alessandra scrive:

    salve a tutte.anch’io lotto contro questa maledetta candida e sono veramente alla frutta.è passato un anno e mezzo e avevo risolto con una cura omeopatica unita a una dieta molto rigida che escludeva categoricamente zuccheri e lieviti,sono stata molto meglio dopo ma a distanza di soli quatro mesi ci risiamo sono sempre allo stesso punto.
    Adesso sto pensando di cambiare spacialista,infatti venerdì andrò dalla nuova ginecologa mi auguro tantoriesca a trovare una soluzione definitiva.comunque io mi sono trovata molto bene con gli sciaqui con il bicarbonato allevia molto i fastidi e stabilizza il ph,e anche l’enterogermina facendo delle lavande interne e l’ olio di melaleuca o tea treeoil un vero amico per noi donne.ah dimenticavo ora sto provando un nuovo prodotto erboristico si chiama kolorex in capsule ne ptrendo 2 al giorno,qualcuna lo conosce?si è trovata bene?auguri a tutte di pronta guarigione e grazie per l’ ascolto.

  13. barbara scrive:

    Ciao a tutti, io ne ho sofferto per anni e ora che ne ho 33 sono riuscita a tenerla sotto controllo grazie all’alimentazione: pane, pasta, pizza e patate alternati, dolci raramente, preferisco i cibi integrali e mangio uno yogurt al giorno. Al posto degli asciugamani utilizzo scottex e SOLO biancheria di cotone. Il detergente intimo che uso è gynecolase. Ora, a causa dei dolci, sta tornando alla carica ma ho scoperto i “poteri magici” delle lavande con bicarbonato, dopo i pasti pesanti lo usavo già. N.B.non sottovalutate stato d’animo e nervosismo, sono amici della candida. Vi sono vicina…!

  14. candidina scrive:

    ciao sto usando gli ovuli alla calendula della OTI, voi li avete mai provati? Passo la notte a preoccuparmi di aver bagnato il materasso..poi al mattino e per almeno le 4 ore successive al risveglio….”perdo” un sacco d’acqua.
    E’ normale?

  15. stela scrive:

    Sono 3 anni che soffro di candida e sto veramrente male,proverò tutto aglio,bicarbonato, yoghurt,poi vi farò sapere.

  16. stella scrive:

    Io vorrei tanto sapere quante gocce di tea tree oil al 100% devo mettere in un litro d’acqua per fare delle lavande vaginali per liberarmi da questo problema! Inoltre vanno assunte anche alcune gocce per via orale?

  17. lucia scrive:

    ciao sono lucia, mi hanno diagnosticato la candida, sto provando diverse pomate e ovuli, ma è persistente non se nè vuole andare ke rimedio posso utilizzare? l’aglio èvero ke si può utlizzare come ovulo…..ma provoca bruciori? si può fare? lucia

    • kendi scrive:

      ciao lucia! l’aglio non brucia assolutamente,tranquilla. io, senza che nessun medico me lo consigliasse, ho messo uno spicchio di aglio sbucciato dentro un pezzettino di garza, ho chiuso e l’ho inserito come se fosse un tampax per qualche ora. non da alcun fastidio e non brucia!

    • Juliieth scrive:

      riecco i pazzi criminali di gurera, gli amici del komiko libanese giovedec, 6 dicembre 2012, 11:29 amIl magazine francese Le Point ha scritto che la Francia di Hollande starebbe preparando segretamente l’aggressione militare alla Siria. Secondo la rivista la Francia agire0 in cooperazione con un numero esiguo di nazioni, pif9 o meno come avvenne per la Libia. Le Point spiega che la coalizione che si formere0 per aggredire la Siria verre0 formata oltre che dalla Francia, da Inghilterra, Stati Uniti, Turchia e forse qualche altro paese Nato. Secondo il magazine e8 quasi sicuro che la Giordania e qualche altro paese arabo partecipere0 all’aggressione che perf2 non sare0 lunga e su larga scala ma che si limitere0 ad alcune operazioni cosiddette chirurgiche per colpire il governo Assad in modo da costringerlo alla rinuncia al potere. L’ironia della sorte e8 che la rivista riferisce che probabilmente ad innescare l’attacco alla Siria sare0 quella stessa scusa citata dagli americani nelle ultime ore, un probabile uso da parte della Siria di armi chimiche .

  18. Michele scrive:

    La sede principale della candida è l’intestino.
    Prendere del bicarbonato con l’acqua tutti i giorni fa sicuramente bene…
    Ma da quando mi sono messo a mangiare grandi quantità di aglio (crudo e riscaldato con i cibi) sto veramente molto meglio: soprattutto addio stanchezza, bisogno di cose dolci, meteorismo, difficoltà di concentrazione, ecc…
    Grazie Aglio!!! :D

  19. Iryna scrive:

    Si taglia a piccoli pezzi uno spicchio d’aglio e si mette in poca quantita di aqua appena bollita fino a che non diventa tiepida. Si filtra- poi si prende un piccolo assorbente interno (tampax oppure O.B.) si toglie la pellicola che lo ricopre di modo che diventa come un pezzo di ovatta. si mette in acqua con l’agio (l’acqua deve pizzicare se si mette un po’ sulla lingua) e si inserisce nella vagina per tutta la notte. Si mette un assorbente esterno per non bagnare il letto. Di mattina al bide si aggiunge un po’ di acqua ossigenata per togliere l’odore d’aglio.

  20. Sonia scrive:

    Ciao,
    soffro di candida da quindici anni…
    Soffro anche della maggior parte dei disturbi correlati alla candida: mancanza di concentrazione, mi dimentico le cose, sono sempre stanca e senza energia, ho problemi di digestione, gonfiore, prurito dappertutto, per non parlare dei problemi vaginali: con dolori, prurito, bruciore convivo ogni giorno.
    Se la cura del bicabonato funziona, come va esattamente fatta? Quali sono i metodi, quali le dosi? Ed i tempi? Quanto dura?

    • andreea scrive:

      ciao.anke io mi trovo qui con la disperazione e cn tanta voglia di far sparire per tutta la vita sta candida che e un incubo per me.gli ho provate tutte mah fin adesso niente,la candida vive in me da 4anni ormai e sn stuffa.qualche settimana fa,sn andata in erboristeria e avevo chiesto qualcosa di naturale per combatere sta candida e mi ha datto delle gocce che si chiamano calluna vulgaris e anche un altro tipo di gocce vaccinium vitis idaea che vanno prese per via orale e mi ha datto di fare dei lavagii con tea tree oil una volta al gorno 4gocce ad ogni lavagio per 5 giorni e anche dei ovuli che contengono tea tree oil e erbe naturali che si chiama proovuli,sper ne valga la pena cn tutto quello che ho preso fin adesso,diconno che questo tratamento e destinato di far sparire per tutta la vita la candida.mah…io spero sia vero,ma non credo.cmq…ho sentito anche io che il aglio fa bene per che e un antifungo e anche il bicarbonato di sodio fa bene facendo dei lavagi esterne,bhoo sn stuffa.ciao e spero sia stato buono anche il mio consiglio

      • Justine scrive:

        Soffro da ormai quasi 7 anni di candida che ormai è diventata cronica 8 mesi di fila e ho fatto la stessa cura che hai citato tu e in più tante altre…. 1 mese di riposo e ci risiamo punto a capo da quasi 4 mesi di fila che ce l’ho di nuovo….
        ma si potrà mai guarire?????????
        ma è possibile che nel XXI secolo non esista una cura definitiva x un batterio????????? cazzo

  21. atima scrive:

    Bicarbonato! Bicarbonato Bicarbonato!!!!
    lasciate perdere tutto il resto!!!

  22. moni scrive:

    ciao ..agli direi di no all introduzione!!Si a tea tree,bicabonato e calendula sia x lavande che x assunzione orale!ma sapete se ce una cura naturale marata??ciao a tutte!

  23. anonimo scrive:

    il mio problema esiste ormai da tre anni e ho consultato diversi ginecologi.tutti hanno diagnosticato questo problema di candida che dalla vagina si protrae verso le natiche con forte prurito e bruciore il tutto con un epidermide molto secca dovuta penso al susseguirsi di terapie a base di antibiotici antimicotici detertegenti specifici disinfettanti e fermenti lattici per bocca.a questo proposito vorrei chiedere se è vero che esistono ferm. latt. che si introducono direttamente in vagina e qual’è la loro valenza.ho letto che ci si puo aiutare con l’alimentazione,anche se io non faccio largo uso di cibi che ho letto si devono evitare ma daltronde è impensabile protrarre questo tipo di diete per molto tempo.io credo che il mio problema sia anche dovuto a uno stato di stress continuo.mi aiuti a capire come posso aiutarmi con metodi naturali,come l’aglio che ho letto di qualche signore che dopo tante terapie nulle è stata meglio con l’introduzione in vagina di aglio (legato).cosa c’è di vero?mi aiuti la prego non so piu cosa fare.grazie

  24. pierina scrive:

    il mio probelma questa candida mi e’ venuta in funzione di una forte cistite questo nel mese di aprile adesso e’ tornata prendo del mirtillo che fa
    qualcosa pero’ a volte ho forte fastidi che vanno a finire anche verso l’ano come posso risolvere la cosa
    grazie

  25. Anonimo scrive:

    Ciao, vorrei sapere se ank il mio ragazzo deve fare qst cura poichè entrambi abbiamo qst problema…

  26. raffaella scrive:

    ciao a me e’servito tantissimo il tea tree oil,preso 3 volte al giorno subito dopo i pasti in un cucchiaino 3 gocce,nn di piu’,per 2 mesi,Poi lavaggi cn fiori di malva.Ricordati che la candida puo’essere legata anche a cattivo raèpporto cn il partner,rancori mai venuti alla luce,magari cerca di parlare cn sessuologa e far luce in te stessa.

  27. stefania scrive:

    salve,soffro di candida da circa 10anni, le ho provate veramente tutte. ho cambiato almeno 6 o 7 ginecologi,ed ora sto cercando disperatamente il modo di liberarmene. domani comincio di nuovo la dieta anticandid che non sono mai riuscita a fare piu’ di 3 giorni. a proposito dell’aglio,volevo fare una domanda : e’vero che e’ possibile inserirlo come un ovulo, ovviamente facendovi passare un filo attrverso?ho letto che bisogna tenerlo 12 ore per 15 giorni. io in realta’ gia’ ci sto provando ma non vorrei non servisse a niente. grazie . stefania

Lascia un Commento