Pubblicato in: Sport e salute

Kinesio taping, il cerotto colorato che allevia i dolori muscolari

di linda 20 luglio 2012

Il Kinesio taping o taping kinesiologico è un bendaggio con cerotti colorati per alleviare dolori muscolari e edemi sottocutanei. Questa tecnica può essere impiegata in molte aree della fisioterapia e della riabilitazione come supporto per mantenere i risultati ottenuti, per il trattamento di traumi acuti e per il recupero di quelli pregressi. Inventato e commercializzato negli anni ’70 dal chiropratico ed agopuntore giapponese Kenzo Kase, il Kinesio taping è oggi diffuso in tutto il mondo ed utilizzato ampiamente dagli sportivi professionisti. Anche in Italia la diffusione di questo cerotto ha toccato livelli molto elevati, grazie anche alla pubblicità involontaria di famosi sportivi, come Mario Balotelli che l’ha mostrato agli ultimi Europei di calcio. Il bendaggio ideato da Kenzo Kase – chiamato anche “elastotaping” – è fatto con un particolare tessuto elastico a base di cotone totalmente ipoallergenico e senza latex.

La sua colorazione, secondo la cromoterapia, darebbe invece dei risultati differenti: il cerotto colorato blu farebbe diminuire l’infiammazione, il cerotto colorato rosso aiuterebbe a risolvere il crampo doloroso dovuto alla contrattura e quello beige migliorerebbe il mal di schiena.

Il funzionamento del Kinesio taping è interamente meccanico e non chimico visto che nessuna sostanza viene rilasciata dal bendaggio. Il taping non costringe un’articolazione in una posizione fissa ma permette al muscolo di eseguire quasi tutti i movimenti che è abituato a fare, limitando solo quelli che della struttura muscolare interessata dal trauma.

A questo proposito è fondamentale che l’applicazione del cerotto colorato sia eseguita da un esperto come un fisioterapista, un osteopata, un fisiatra o un preparatore atletico che abbia seguito corsi appositi. Il nastro elastico può, a seconde della direzione, posizione o tensione con cui viene applicato inibire un muscolo contratto e sovrautilizzato o, al contrario, stimolarne uno ipotonico. La sua applicazione fatta correttamente, permette, secondo il sito ufficiale kinesiotaping.com, di risolvere diverse problematiche come le contratture paravertebrali-lombari, tendiniti, artrosi cervicali ma anche mal di testa, sindrome del tunnel carpale e dolori alla schiena. Come spiega il professore Bellia Rosario, Fisioterapista della Nazionale Italiana di pattinaggio a rotelle corsa e docente di taping kinesiologico presso l’Università Statale di Valencia (Spagna), la tecnica del taping si basa sulle capacità del corpo umano di guarire autonomamente, stimolato dall’attivazione del sistema “neuro-muscolare” e “neuro-sensoriale”, secondo  gli ultimi dettami della neuroscienza.

L’applicazione errata del Kinesio taping non è pericolosa ma non da alcun beneficio ed anzi ritarda l’utilizzo di un trattamento medico indispensabile per una determinata patologia.

Ad oggi esistono pochi studi scientifici a garanzia della reale efficacia del cerotto colorato. Alcuni ricerche sono segnalate sul sito ufficiale www.kinesiotaping.com. Uno studio condotto negli Stati Uniti nel 2008 (www.ncbi.nlm.nih.gov) ha sottolineato come il kinesio taping sia utile per diminuire il dolore alla spalla ma non presenterebbe effetti curativi a medio-lungo termine. Lo studio randomizzato, in doppio cieco, ha evidenziato un effetto positivo soprattutto nei movimenti di abduzione della spalla.

Come fa notare il fisioterapista Francesco Capra su www.saluteinarmonia.it in uno studio su pazienti affetti da colpo di frusta trattati con kinesio taping il beneficio è stato evidenziato solo nelle prime 24 ore di applicazione.

In sostanza si può affermare che sono necessari altri studi per poter confermare l’utilità di questa metodica ma che, in ogni caso, se ben utilizzata può essere un ottimo supporto di un percorso terapeutico.

12 risposte a “Kinesio taping, il cerotto colorato che allevia i dolori muscolari”

  1. Francy scrive:

    Buon giorno, da due giorni accuso un dolore molto forte alla schiena dalla parte sinistra che corre verticalmente alla colonna verticale, il dolore aumenta quando muovo anche minimamente il braccio destro; ho fatto uno sforzo muscolare di sollevamento, credo uno stiramento, come posso applicare queste fascie?

  2. cercoinfo scrive:

    Io ho visto in internet che le strisce di questi cerotti non costano molto ma bisogna andare da esperti per farseli applicare…quanto costa una seduta?

  3. tunnel carpale scrive:

    Uao!!
    Ottimo sentire Anthony che rilascia una testimonianza del genere. Lo prenderò in considerazione. grazie!!

  4. alberto cossi scrive:

    Ciao,io ho avuto lo stesso problema per tre anni ho tentato di tutto,ma credimi veramente di tutto,ultima spiaggia ho fatto delle punture propio sotto il calcagno,nn so dirti il nome del farmaco,ci sono voluti circa tre mesi di pazienza e ghiaccio,alla fine da un giorno all’altro sparita com’era apparsa.tanti auguri

  5. loredana scrive:

    da tre mesi soffro di una fascite plantare (con le lastre appare una piccola spina calcaneare) al piede sinistro, sto praticando dei massaggi da un osteopata che a fine terapia mi applica il kinesio cerotto non colorato.
    Ho fatto per ora tre sedute, pensa che possa grarire da questo fastidioso dolore al calcagno? Cosa altro potrei fare?
    grazie, Loredana di Roma

  6. carlo scrive:

    m Salve a tutti.
    Sono un veterinario ippiatra (vet x cavalli) e mi stò accingendo a testare i kinesio-cerotti o nastri kinesiologici (NK) sui miei pazienti.
    Purtroppo non ho seguito nessun corso in merito anche se teoricamente conosco i NNKK , la chinesiologia e l’ubicazione dei “punti di stress di ogni muscolo importante del cavallo.
    Quindi credo mi muoverò avendo questo know how, scoprendo i muscoli indolenziti maggiormente o la presenza di qualche eventuale trigger-poit (traduzione : punti-grilletto)del tal muscolo in contrattura, agire di conseguenza applicando il cerotto lungo il tragitto del muscolo dolente, applicando il nastro, dall’origine del medesimo, sino all’osso dove và ad inserirsi.
    Il mio dubbio principale riguarda la tenuta del NK sul pelo, contando anche che il mio primo “trattamento-test” riguarderà cavalli purosangue, che hanno peli molto corti che di solito vengono tenuti tosati.
    Altro forte dubbio sarà inerente l’efficacia che i NNKK possano avere sul cavallo???
    Beh! è un pò tutto ciò che ho pensato scrivere sui KKNN..
    Ciao Carlo.

  7. Raffaella scrive:

    Buongiorno volevo sapere dove è acquistabile il Kinesio Taping. Grazie

  8. Anthony scrive:

    Buongiorno io vi scrivo per dirvi che non è assolutamente vero la colorazione diversa del kinesio taping ha una funzione diversa. Tutti i cerotti del Kinesio taping colorati hanno tutti la stessa funzione indipendentemente dal colore. Perchè se viene applicato il Kinesio Taping di colori diversi ha sempre la stessa funzione e non è assolutamente vero che se applicato il kinesio taping di colori diversi ha un altra funzione tutti i bendaggi colorati del Kinesio taping hanno sempre la stessa funzione. Il cerotti colorati vengono usati al livello commerciale ma hanno sempre la stessa funzione.

  9. Anthony scrive:

    Buongiorno io sono un ragazzo diversamente abile e ho la tetra paresi spastica dalla nascita. Da quando la fisioterapista mi ha applicato il Kinesio Taping sulle braccia, sulla schiena e sulle gambe io non ho più nessun dolore e quando la fisioterapista mi applica il Kinesio Taping su queste parti del corpo elencate sopra io non ho più nessun dolore e il dolore mi sparisce completamente e totalmente e il dolore mi si riduce a zero e mi sento rinato senza più nessun dolore. Il Kinesio Taping è miracoloso contro tutti i tipi di dolore e il Kinesio Taping è meraviglioso. Arrivederci.

Lascia un Commento